LA CHIAMATA DELLA NUOVA ZELANDA: </b>LE ALPI MERIDIONALI IN UNA NUOVA LUCE

LA CHIAMATA DELLA NUOVA ZELANDA: LE ALPI MERIDIONALI IN UNA NUOVA LUCE

Ho lasciato la Nuova Zelanda con in bocca l’amaro sapore della sconfitta: undici mesi passati sulle Alpi Meridionali, e non sono riuscito a scalare un solo tragitto oggettivo.
05-16-2019
Adventure

Article

Chris Brinlee Jr
#REVITRIDER

Chris Brinlee Jr. è un cantastorie. Le sue storie tuttavia non sono raccontate al meglio da dentro le pareti di un cubicolo, perciò nell’agosto 2014, Chris ha lasciato il suo lavoro di direttore artistico pubblicitario per vivere qualcosa di migliore. Da allora, le avventure di Chris lo hanno portato attorno al mondo: ha pagaiato in fiordi remoti della Groenlandia orientale, guidato moto attraverso il Vietnam, sì è imbarcato con un equipaggio verso l’Antartide e ha scalato vette di 6.000 m in Nepal.

WEBSITE | INSTAGRAM

Chris Brinlee Jr.

Product images

Mountains

About this page

DELUSIONE SULLE MONTAGNE

Forse le mie ambizioni erano troppo grandi. Forse avevo aspettative troppo ottimistiche del tempo e delle condizioni che avrei trovato sulle montagne maestose. In ogni caso, ciò che avevo pianificato come un anno passato a laurearmi a un livello migliore di alpinismo quasi mi ha allontanato totalmente dallo sport.

Alla fine della stagione ero pronto a lasciare la Nuova Zelanda, ma c’era una cosa che mi avrebbe trattenuto, e più presto di quello che c’era da aspettarsi.

La mia esperienza nell’Isola del Sud era stata caratterizzata da approcci di alpinismo tradizionale. Non utilizzando un elicottero, c’era però da trasportare molto più equipaggiamento necessario per troppo a lungo e su un terreno che era troppo difficile, a causa della sua ripidità e geografia: un terreno che era anche affetto da frane ed erosione. Quelle esperienze avevano eliminato del tutto il mio desiderio di andare sulle Alpi.

Non è però come dire che non ne apprezzavo il loro panorama: il paesaggio montano della Nuova Zelanda è incredibilmente bello, fin tanto che non ci si debba avventurare troppo vicini a piedi con uno zaino pesante in spalla.

Product images

Africa Twins

About this page

REDENZIONE SULLE ALPI MERIDIONALI

Sembrava che un giro in moto di 1.600 km intorno alle Alpi Meridionali sarebbe stata l’opportunità perfetta per ottenere un’idea totalmente nuova del posto che amavo così tanto e al tempo stesso detestavo. Due mesi dopo che sono tornato negli Stati Uniti con la mia partner Priya, siamo tornati a Christchurch con il nostro amico Gunner Wright al seguito.

Ricordando il tempo che ho passato “non scalando in Nuova Zelanda”, il più grande evento è stata la riscoperta del sapere quando cambiare idea. Non sempre le cose vanno secondo i piani, e non c’è nulla che possiamo fare per impedirlo. Tuttavia, possiamo prendere controllo di qualsiasi situazione modificando le nostre reazioni, sia per quanto riguarda lo stato della nostra mente, che il piano d’azione.

Highlights

REV'IT! and Nexx Outfit

About this page

RICORDATI DI LASCIARTI ANDARE

Immediatamente dopo il nostro arrivo ho avuto modo di fare pratica. Le moto adventure che avevamo ordinato per il nostro viaggio su strade sterrate erano 23 kg più pesanti del previsto ed equipaggiate con gomme stradali.

Fortunatamente, il mio kit Sand 3 ed il casco ce l’hanno fatta ad arrivare in aereo senza alcuna valigia persa e con niente che si rotto. Per quella notte avevamo alloggi caratteristici da Eco Villa, dove ho iniziato a sviluppare un nuovo itinerario al volo.

La mia prima proposta di avventurarci in valli panoramiche nel cuore delle Alpi era oramai fuori discussione, il percorso accidentato sarebbe stato troppo da gestire. Le moto che avremmo guidato, delle Honda Africa Twin Adventure Sports del 2019, erano abbastanza gestibili in strada, ma le versioni da oltre 250 kg dedicate alla Parigi Dakar erano molto meno adatte all’avventura di quello che il loro nome implicava ottimisticamente. Erano dettagli accentuati dal fatto che peso 63 kg e sono alto 1,70 m.

Product images

New Zealand Alps 1
New Zealand Alps 2
New Zealand Alps 3
New Zealand Alps 4

About this page

CAMBIAMENTI AL VOLO

Sembrava che un tipo diverso di avventura si stava sagomando all’orizzonte. Nisha, che ci ha ospitato ad Eco Villa, ha suggerito di metterci in contatto con i proprietari di Valley Views Glamping, un sito a circa cinque ore a sud da Christchurch, per vedere se ci fosse rimasta qualche sistemazione disponibile per il giorno successivo.

Una risposta era nella mia posta in arrivo per colazione: sembrava che tutto si sarebbe sistemato. Avremmo concentrato il nostro tragitto su autostrade sceniche, cercando invece una sistemazione sostenibile come un modo per essere più consapevoli del nostro impatto ambientale.

Dopo un pasto a base di verdure raccolte dal giardino, assieme a del latte a base vegetale fatto in casa, era ora di partire. Per le prime ore di autostrada abbiamo incontrato un sole infuocato: mi sono tolto tutte le fodere e ho aperto tutte le prese d’aria della mia giacca e dei miei pantaloni. Non ho avuto alcun problema nel rimanere fresco.

Dopo non molto tempo che abbiamo lasciato la città, abbiamo guidato lungo un fiume color turchese e ci siamo fermati per ammirare il paesaggio. Poi, abbiamo avuto la possibilità di praticare un’altra lezione che per gli ultimi 11 mesi ha continuato a rimbalzare nella mia testa: “accettare le circostanze è fondamentale per vivere qualsiasi avventura in Nuova Zelanda”.

Product images

Gravel Roads

About this page

PIOGGIA, PIOGGIA VATTENE VIA

Esattamente come detto dalle previsioni del tempo, il cielo è diventato grigio nel tardo pomeriggio, con il sole che è tornato a fare capolino poco dopo che ci siamo rimessi in strada. Avendo anticipato questo rapido cambiamento, avevo reinserito le mie membrane impermeabili durante la precedente fermata.

Ho imparato a guidare moto da strada a Los Angeles durante i quattro anni di siccità in California, e a parte un paio di uscite con la pioggia durante il mio soggiorno di un mese in Vietnam in sella a un “Honda” Win 110 cm³, avevo veramente poca esperienza nella guida sotto qualsiasi tipo di precipitazione. Ad aggiungere emozione, la Nuova Zelanda non ha mezze misure: si è messo quindi a diluviare.

Dopo solo un giorno, avevamo già condizioni diametralmente opposte per testarci. Anche con due ore di guida a tutto gas attraverso la pioggia battente, non è passata una singola goccia d’acqua attraverso il mio completo, un promemoria di quanto è grandioso quando l’abbigliamento buono funziona.

Nonostante il nostro desiderio iniziale di di viaggiare sulle strade meno trafficate, le nostre moto erano incredibilmente ben adatte all’uso autostradale, anche sotto la pioggia. L’alto parabrezza parava bene il vento, i loro maxi serbatoi significavano grande autonomia e potevamo così concentrarsi nel macinare chilometri spensierati.

Non appena siamo usciti dall’autostrada e abbiamo iniziato a percorrere una strada sterrata, le nuvole si sono aperte e la luce è filtrata proprio quando giungevamo a Valley Views. Sono stati 400 km dal ritmo lento ed eravamo riconoscenti di poterci fermare e scendere dalle moto per il meritato riposo. Nella cabina principale, i proprietari Patrick e Amber ci salutavano calorosamente prima di scortarci uno ad uno alle nostre rispettive stanze. Abbiamo avuto abbastanza tempo per scaricare i nostri bagagli e cambiarci prima di unirci a loro per pranzare assieme agli altri ospiti.

Product images

Valley Views Glamping 1

Product images

Valley Views Glamping 3

About this page

POSITIVITÀ

Non appena sono uscito, un arcobaleno appariva sopra la nostra cupola geodetica, quasi intermittente, a seconda delle nuvole e della luce solare. Poco dopo,apparivano ancora più nuvole e iniziava a nevicare. Era il promemoria perfetto che le cose nella vita raramente vanno secondo i piani, ma se si rimani aperti e sciolti, ci si può adattare a quasi tutto al volo.

Pareva che indipendentemente da qualsiasi esperienza avessi avuto in Nuova Zelanda, di alpinismo o di motociclismo, ero destinato ad adattarmi. Questa volta tuttavia ero stato molto più veloce a farlo, e la ricompensa era stata anche istantanea. Questa intuizione si è anche rivelata essere l’elemento fondamentale del nostro tour motociclistico. Se avessi appreso questa lezione prima, i miei undici mesi passati a vivere in Nuova Zelanda probabilmente non sarebbero stati così abrasivi.

Forse era necessario allontanarsi dall’isola per poter capire una nuova prospettiva. Mentre ero ansioso di andarmene via, chilometro dopo chilometro divenivo sempre più riconoscente per avere avuto l’opportunità di ritornare così velocemente in Nuova Zelanda in una maniera totalmente nuova ed accattivante.

Ora non vedo l’ora di ritornare un’altra volta, ma alla prossima troverò una moto da enduro, visto che mi è rimasto quel prurito.

Highlights

Night

REVIT_ADVENTURE


Seguici e lasciati ispirare dai piloti REV'IT! Adventure durante i loro viaggi in tutto il mondo.