<b>WHEELS AND WAVES 2019</b> RITORNO ALLE ORIGINI A BIARRITZ

WHEELS AND WAVES 2019 RITORNO ALLE ORIGINI A BIARRITZ

Ciò che è iniziato come un raduno intimo sotto il faro di Biarritz è cresciuto fino a diventare una massiccia celebrazione delle moto artigianali. Con numeri che ogni anno sono sempre maggiori rispetto all’anno prima, gli organizzatori affrontare una sfida continua per mantenere la freschezza.
07-12-2019
Urban

Article

Testo di:

DEREK KNIPSCHEER

Il Senior Brand Relations Manager di REV’IT! per quanto riguarda le competizioni e il segmento urban, tramuta il suo abbigliamento dalla tuta intera in pelle ai jeans da moto rimanendo sempre su due ruote.

Derek Knipscheer
Wheels & Waves Logo

Intro text

GLI SPAZI
APERTI GRANDIOSI

Ah, l’odore dell’oceano alla mattina… Dopo essere stati costretti a organizzare il raduno al coperto l’anno scorso (leggi tutto delle nostre avventure del 2018 quià) a causa delle cattive condizioni del tempo, è stato un gran sollievo ritornare alla bellissima spiaggia tra l’oceano e la costruzione della Cite de l’Ocean. 

Con un “ritorno alle origini” come credo per quest’anno, l’evento ha dovuto superare il criticismo online con solo l’evento stesso che servisse come prova per dimostrare se Wheels & Waves avesse potuto continuare ad andare avanti. Con il nostro stand Tailored Technology al suo posto, potevamo scoprirlo.

Product images

image alt text
image alt text
image alt text
image alt text

Product images

Husqvarna Svartpilen 701 - 1

About this page

TUTTI A BORDO

Non scenderemo in dettagli riguardo la discussione prima dell’evento: non siamo quelli che scelgono di stare da una parte piuttosto che dall’altra e rispettiamo le opinioni di tutti, ma in pratica c’erano opinioni differenti riguardo l’origine di Wheels & Waves, e il suo futuro.

Per noi, sin dalla nostra prima partecipazione nel 2014 come uno dei pochi marchi presenti, Wheels & Waves è stato un luogo dove abbiamo incoraggiato i motociclisti a darci dei feedback, motociclisti che erano attratti da una piccola (allora) sottocultura motociclistica.

A noi stessi piace guidare le moto, e quindi vogliamo aggiungere valore all’esperienza dei motociclisti, indipendentemente dal loro segmento di appartenenza. Certo, Wheels & Waves è cresciuto, visto che è passato un po’ di tempo da quando lo spazio che circonda il faro si è dimostrato sufficiente, ma lo spirito è rimasto costante.

La celebrazione di una razza di moto differente, una che è alimentata da creatività, ha attratto le folle sin dall’inizio. Come con la musica, è il punto quando qualcosa diventa mainstream che i creatori si domandano a se stessi: è ciò che vogliamo diventasse, o ci siamo spinti troppo in là?

Product images

image alt text

About this page

SE LO CREI VERRANNO

È difficile predire quanto lontano un momento “eureka” ti porterà. La persona che ha inventato le graffette probabilmente ha pensato al momento che era qualcosa di utile, e forse, Wheels & Waves non era stato pensato per divenire un appuntamento meritevole del calendario dei motociclisti di tutto il mondo.

Iniziando come un raduno spontaneo di un gruppo di motociclisti e surfisti con le stesse idee, l’evento ha iniziato a rispondere ai desideri di sempre più motociclisti nel mondo. Mentre soluzioni locali sono state trovate in numerosi paesi dove hanno organizzato qualcosa di simile, Wheels & Waves è rimasto al culmine degli eventi di moto artigianali attraverso la sua atmosfera unica. Sì, Wheels and Waves è cresciuto nel tempo, ma il punto è che la sua impostazione originale era diventata troppo ristretta per l’interesse suscitato.

Product images

image alt text

Featured

Art Gallery
image alt text

About this page

PASSANDO ALL’EVENTO DI QUEST’ANNO

Il tempo non è stato favorevole per Wheels & Waves durante gli ultimi anni. E la necessità di spostare al coperto l’evento dell’anno scorso avrebbe potuto temperare l’entusiasmo di coloro col desiderio di tornare o di fare la loro prima apparizione al raduno.

Avrebbe potuto, ma non è successo. Dal giorno di apertura il mercoledì, era chiaro che la gente era attratta dal suo desiderio personale di partecipare all’evento, arrivando in grandi numeri, praticamente tutti in moto.

Product images

image alt text

Product images

Royal Enfield

About this page

ESSERE PARTE DELL’AUDIENCE

Sarò il primo ad ammettere che Wheels & Waves potrebbe non sembrare come lavoro per la maggioranza della gente, in special modo se il tempo fa la sua parte. Oltre a diffondere il vangelo sul perché e su ciò che circonda la nostra filosofia di design Tailored Technology e sulla collezione urbana che ne deriva, abbiamo colto l’occasione per integrarci.

A chi non piacerebbe guidare la propria moto nell’area basca per “lavoro”, giusto? Senza la possibilità di portare le nostre, eravamo contenti di iniziare il mercoledì mattina con il ritiro delle chiavi di due Royal Enfield nuove di zecca: una Interceptor 650 bicilindrica che siamo riusciti a strappare a un giornalista, e una scelta meno ovvia sotto forma di una Bullet 500. E poi via, verso la gara d’accelerazione di Punks Peak!

Highlights

Punk's Peak 2019

About this page

UNA BUONA CORSA

Dopo una corsa di intrattenimento di Punks Peak sul monte Jaizkibel, era ora di tornare al villaggio. Con il nostro fotografo che reclamava il bicilindrico, era il mio turno prendere la Bullet, mantenendo la costa luccicante sulla sinistra. Siamo stati abbastanza fortunati da poter dire che abbiamo guidato alcune moto differenti, sia su strada che in fuoristrada.

Ma dopo un certo numero di moto accessoriate e desiderabili, la Bullet 500 si è dimostrata un cambiamento benvenuto. Infatti, una volta che ci si abitua alla posizione in sella inconsueta, tenerla in strada giù per la costa ha significato dare la paga ad alcune nineT, con in successione grandi sorrisi da parte dei loro padroni quando ci hanno poi preso al semaforo.

Product images

image alt text
image alt text
image alt text
image alt text

About this page

LA GENTE DEL VILLAGGIO

Di ritorno al punto d’incontro, il villaggio del Wheels & Waves. Avere uno stand qui significa avere un punto per dare il benvenuto ai motociclisti e sentire le loro storie, che siano relative alle moto o all’abbigliamento. Ci permette di sondare il campo nell’ambiente delle moto artigianali, di guardare il nostro sviluppo del prodotto e di darci un’opportunità faccia a faccia per descrivere i nostri sforzi ai visitatori da virtualmente tutto il mondo: dalle persone di Biarritz ai giramondo dal Kuwait.

Il nostro stand è anche per attrarre la gente. Siamo stati fortunati abbastanza da avere sul luogo la moto che era stata costruita traendo ispirazione dalla nostra struttura esagonale ritrovata nelle protezioni SEESMART™ e impressa nelle nostre tute da gara, la “DNA Billet Sting”. Guarda questa incredibile realizzazione da parte di Mario e Dino Nikolaidis proprio qui.

Product images

image alt text
image alt text
image alt text
image alt text

Product images

Husqvarna Svartpilen 701 - 2

About this page

UN EVENTO RICCO DI EVENTI

Lasceremo che le fotografie parlino da sole, ma una delle ragioni per cui l’evento Wheels & Waves rimane alto nella lista dei desideri è l’abbondare di eventi. Con il villaggio che funge come punto di incontro da mercoledì a domenica, il programma è pieno di eventi corollari che ti incoraggiano a saltare in sella alla tua moto percorrendo bellissime strade verso un altro evento.

Dalla già menzionata gara d’accelerazione Punks Peak, all’azione del motocross nel fango per lo Swank Rally, o addirittura gare di flat track a El Rollo: c’è tantissima azione per coloro che cercano avventure su due ruote.

E questa è solo la parte motociclistica, visto che c’è il surf, lo skateboard e le feste fino a tarda notte per coloro che sono coraggiosi abbastanza. Ad aggiungere pepe al nostro soggiorno a Biarritz, abbiamo guidato anche altre due moto per il fine settimana, due Husqvarna Svartpilen 701.

Una categoria differente rispetto alle moto utilizzate durante l’evento, le “Husky” sono ben conosciute a noi sin dalla nostra collaborazione con Husqvarna. Portarle sulle belle strade costiere è stato forse uno dei migliori esempi di come mescolare il lavoro con il piacere in cinque giorni molto pieni, ma bellissimi, passati assieme ad altri appassionati motociclisti con le stesse idee.

Product images

image alt text
image alt text
image alt text
image alt text

About this page

CUSTOM CONTEMPLATION

Siamo stati parte dell’audience all’interno dell’ambiente delle moto artigianali sin da quando la gente pensava che era solo un’onda passeggera che sarebbe passata presto. Quando abbiamo iniziato a interagire con coloro che ne erano attratti, altri si sono affrettati a sottolineare quanto questa sottocultura non sarebbe mai stata una cosa sostenibile, dicendo: “perché preoccuparsene?” Da quando è maturata nel suo stato attuale, l’atmosfera delle moto artigianali ha visto allontanarsi molto del suo pubblico principale a causa del suo stesso successo, poiché la considerava troppo mainstream.

La storia si ripete in un certo senso, ma i punti di vista cambiano. Siamo rinomati per fare tutto in modo diverso, non ci spaventiamo di andare a fondo nelle cose ma anche non siamo quelli che scelgono di stare da una parte piuttosto che dall’altra.

L’ambiente delle moto artigianali è vivo e attivo, vale quindi la pena di lottare contro gli ostacoli necessari per la partecipazione dei nuovi motociclisti di tutte le età, grazie a un’inclusività seconda a nessuno all’interno del settore motociclistico.

In un tempo in cui vediamo ciò che il motociclismo ha sofferto per cominciare a svanire, solo per essere rimpiazzato da regole e regolamenti, sono eventi come questo che convincono le persone a iniziare a fare ciò che tutti noi amiamo fare: cavalcare una moto, e ti incoraggiamo a fare lo stesso. Guida sicuro!

Intro text

RIVIVI L’EVENTO

Dirigiti sulla nostra pagina Facebook per molte altre foto dal nostro viaggio a Wheels & Waves 2019.

Highlights

Punk's Peak 2019