Wheels & Waves 2018 Logo

Intro text

L’inizio ufficioso / ufficiale

Sono le 5 di mattina di martedì. Wheels and Waves ufficiosamente/ufficialmente inizia ora mentre accendiamo il nostro camion con rimorchio caricando l’impianto pneumatico dei freni. Tutto è calmo attorno alla sede REV’IT! mentre ci apprestiamo a dirigerci a uno degli eventi a cui vogliamo essere a tutti i costi. Ci sono ben 1.400 km di fronte a noi e la nostra speranza di raggiungere la cittadina idilliaca di Biarritz in Francia per le 10 di sera circa viene infranta dal limitatore di velocità del camion e da traffico pesante.

Highlights

1920x1500 . 1650x1500 . 1200x1500 . 560x1120 . 1650x1500

Facciamo spallucce e ci ricordiamo che a dire la verità non importa più di tanto: stavamo per dedicarci a moto artigianali, spiagge assolate e avremmo avuto l’opportunità di trasformare il colore pallido tipico della nostra pelle olandese con un’abbronzatura che avrebbe reso i nostri vicini gelosi al nostro ritorno.

Article

Brutte Notizie Da Biarritz

Durante una delle fermate per il rifornimento che avrebbero fatto perdere il posto di lavoro a un meccanico ai box della Formula 1, riceviamo cattive notizie dall’organizzazione. L’iconico “Villaggio” all’aperto pieno di tende militari era stato dichiarato inaccessibile a causa di un forte temporale. A questo punto entrava in azione il Piano B, spostare tutto in un locale al chiuso. Non erano le notizie che volevamo, sapendo che il Villaggio è uno degli elementi che offre all’evento la sua atmosfera incredibile. 

Considerando questo, abbiamo deciso di non preoccuparci. Conosciamo quelli del Moto Club Southsiders da un po’ di tempo, quindi qualsiasi fosse stata l’alternativa, eravamo sicuri che ci sarebbe andata bene. In ogni caso, eravamo a metà strada per arrivare a Biarritz e sotto il sole splendente, come poteva essere così brutto là?

Wheels & Waves 2018 Rain

Article

Altre 45 miglia all’arrivo

Con la distanza della canzone dei Golden Earring ancora di fronte a noi, improvvisamente abbiamo capito di che cosa si trattava e ci è parso di rivivere il famoso film di Jan de Bont Twister. Mentre stavamo discutendo chi di noi era Helen Hunt e chi Bill Paxton, il temporale si è fatto più intenso.

Il rimorchio ha cominciato a sbandierare nello specchietto, quindi abbiamo deciso che il nostro obiettivo di raggiungere costantemente il limitatore di velocità era fuori programma… Queste non erano le onde che cercavamo, e potevamo certamente prendercela con più calma con solamente altri 70 chilometri all’arrivo.

Wheels & Waves 2018 Bike

Article

Waves, Ma No Wheels?

Guidati da gente del posto con torce verso il centro di Biarritz a circa mezzanotte, decidiamo di andare a vedere i danni alla costa prima del nostro ben meritato riposo. Mentre ci dirigevamo verso il Villaggio, le onde che lavavano le finestre al secondo piano di vari condomini ci facevano temere per quello che avremmo incontrato, e arrivando potevamo dire di non esserci sbagliati. 

Un anno di preparazioni per uno dei più grandi eventi all’aperto di moto artigianali era preda dell’unico aspetto che era al di fuori delle mani dell’organizzazione: il tempo. Ironicamente, le onde non avevano permesso alle ruote di entrare nell’area, e col cuore pesante ce ne siamo andati verso quella che sarebbe stata la nostra sede REV’IT! in terra straniera per la settimana. Aveva persino la piscina…

Wheels & Waves 2018 Wet

Article

Il morale si risolleva

Mercoledì, più corrispondenza tramite email da parte dell’organizzazione chiarificava la situazione. Il nuovo luogo era L’Halle d’Iraty, e se il tempo migliorava, gli eventi all’aperto si sarebbero tenuti. Con la gara d’accelerazione Punks Peak, quella di flat track El Rollo e l’evento scrambler Swank Rally in mente abbiamo costruito il nostro stand con le nostre dita incrociate (e prova a stringere fascette con le dita incrociate!). 

Più moto ed esibitori sono apparsi, e assieme hanno trasformato lo spazio della hall da un’esibizione vuota a una ben curata e dedicata al panorama delle moto artigianali.

REV'IT! Stand Wheels & Waves 2018

Product images

Highlights

Biarritz Bay

E mentre avevamo quasi completato il nostro set up, un gran disco giallo era all’orizzonte, appena coperti dalle nuvole: che le dita incrociate abbiano funzionato?

Intro text

La Punks Peak Premiere

Prima di tutto c’era la gara d’accelerazione Punks Peak, e la nostra speranza di un tempo decente è stata soddisfatta il giovedì. Ci siamo aggregati allo staff Yamaha e i loro sei costruttori ufficiali per un viaggio verso il famigerato Monte Jaizkibel, proprio dopo il confine. Seguendo la fila di sei costruttori professionisti sulle loro Yamaha XSR700 artigianali in stile “Ritorno al Futuro”, ognuno che indossava una versione personalizzata della nostra sovracamicia Tracer, già assaporavamo la vista sin dal momento che abbiamo iniziato il nostro viaggio.

Highlights

Article

E come un grande bonus, si sono presentati panorami incredibili seguendo le strade costiere fino in Spagna. Questo non era sicuramente il nostro primo rodeo, ma non si può evitare di essere affascinati ogni volta che si compie il viaggio verso la griglia di partenza della Punks Peak.

Per coloro che non ne sono familiari, proveremo a spiegare. Il rettilineo della gara di accelerazione Punks Peak è separato da campi popolati da pecore da niente più che del filo spinato (che dà l’impressione di essere lì già da un po’), e strano per un rettilineo, i partecipanti della Punks Peak devono affrontare due curve per arrivare al traguardo.

Con molti dei nostri amici che partecipavano, non potevamo non fare il tifo per la XSR700 del Workhorse Speedshop, costruita dal nostro ambasciatore Brice Hennebert e guidata da un altro ambasciatore REV’IT!, Sébastien “Seb” Lorentz: normalmente alle prese con le sue moto sotto il marchio Lucky Cat Garage, oggi era vestito appropriatamente dalla nostra tuta intera Nova.

Punks Peak 2018 Start

Article

Seb Lorentz on Workhorse

Tutta scena e prestazioni, il piccolo bicilindrico beve benzina nitro per colazione volando verso la bandiera a scacchi. Ben sapendo cosa si prova a guidare l’orgoglio e gioia di un tuo amico (“non romperla!”) siamo stati tuttavia molto contenti di vedere il razzo blu in seconda posizione, anche se Seb chiaramente voleva la vittoria. 

Con la polvere che si è depositata dopo il finale, abbiamo ripreso lo stesso percorso per tornare a Biarritz, ma questa volta tenendo il mare a sinistra.

Seb Lorentz in our Nova One-Piece Suit

Product images

Product images

Article

Galleria d'Art Gallery

Dopo una giornata ad elevato numero di ottani passata a lato del filo spinato, l’organizzazione ha ideato il modo perfetto di rinfrescarsi e lasciare che l’adrenalina ritornasse ai livelli soliti: la Galleria d’arte. Una combinazione di vari generi d’arte, incluse le moto più artistiche, ha trovato casa sul muro o sul pavimento di un edificio industriale proprio appena passato il confine con la Spagna. Poiché l’arte parla per sé stessa, smetteremo ora di raccontare e ti lasceremo respirare la creatività.

Wheels & Waves 2018 Art Gallery

Product images

Wheels & Waves 2018 Art Gallery
Wheels & Waves 2018 Art Gallery
Wheels & Waves 2018 Art Gallery
Wheels & Waves 2018 Art Gallery
Wheels & Waves 2018 Art Gallery

Product images

Art Gallery

Intro text

Pronti al Rally

Viziati dal bel tempo della prima giornata, avevamo grandi speranze per il Deus Swank Rally di venerdì. Nonostante una notte piovosa, le nuvole avevano trattenuto le loro lacrime per il venerdì mattina, il che significava che avremmo avuto un tracciato asciutto sulle strade tortuose verso Saint-Pée-sur-Nivelle in sella alla nostra XSR900 (grazie, Yamaha!). Incoraggiati dalla voce del suo tricilindrico, abbiamo fatto persino un po’ di fuoristrada prima che i rumori di due tempi urlanti e monocilindrici quattro tempi tuonanti la facessero da padrone.

Highlights

Article

A causa delle condizioni delle notti precedenti, il tracciato non aveva bisogno di irrigazione addizionale visto che era già abbastanza fangoso, un punto provato dalle moto che riportavano indietro parti di tracciato sotto forma di blocchi di fango. Lasciando da parte le moto da fuoristrada più comuni, c’erano motociclisti e motocicliste che erano coraggiosi abbastanza da affrontare il tracciato pieno di radici sulle loro BSA vintage, su una versione della nostra stessa XSR900, e anche con una Honda CR500 immacolata che è stata trattata per un caso di qualcosa fatto proprio per la pista, lasciando nel frattempo un suono e un rumore inconfondibile.

image alt text

Product images

Article

image alt text

Il concetto è grandioso, iniziare la tua corsa facendo partire il cronometro prima di provare a conoscere il tracciato. A seconda di quanto si è coraggiosi (e di come è andata la notte precedente) si può allora fare richiesta di fare un altro giro, correndo contro sé stessi e scalando la classifica per la vittoria. Non potevamo non sognare di partecipare all’edizione dell’anno prossimo con la nostra KTM 2WD, la "REV’IT! #95"

image alt text

Product images

Intro text

Il flat track El Rollo

I sabati a Wheels and Waves sono passati di traverso, grazie all’evento annuale alla gara di flat track El Rollo.

Highlights

Article

El Rollo 2018

La gara favorita dal pubblico, La Copita, è una competizione di motorini e unisce assieme classi classiche e moderne per dare vita a una giornata grandiosa di gare, con al termine la classe Super Hooligans in cui fanno parte le moto di grossa cilindrata.

El Rollo 2018

Article

La paura chiaramente non ha presa su quest’ultima schiera di piloti, qualcosa che diventa chiaro nel momento in cui si vede la ruota posteriore di una Harley-Davidson Sportster apparentemente di serie mirare alle balle di fieno mentre combatteva contro un branco di Indian affamate in un inseguimento molto serrato. L’ippodromo Lasarte Oria deve contenere tanti cavalli una volta all’anno, quindi i partecipanti alla El Rollo si assicurano di radunarne un buon numero.

960x740 . 700x540 . 400x480 . 560x530

Product images

El Rollo 2018
El Rollo 2018
El Rollo 2018
El Rollo 2018
El Rollo 2018

Product images

Hooligan Class - El Rollo 2018

Intro text

Domenica Di Festa

Con il tempo che si è trattenuto durante l’ultima giornata di Wheels and Waves, abbiamo fatto del surf, cantato e ci siamo diretti verso le strade aperte per un’ultima volta durante il raduno.

Highlights

Article

Simultaneamente, era il giorno di chiusura dell’evento, il che significava che dovevamo parlare con i visitatori, gli organizzatori, i costruttori di moto e altri amici che abbiamo fatto in passato o lì in quel momento. Con la musica che riempiva l’area dell’evento, ognuno ha goduto dell’atmosfera fin quando è calata la sera, saturando L’Halle d’Iraty.

960x740 . 700x540 . 400x480 . 560x530

Article

Per noi, ha significato smontare il nostro stand e il nostro pavimento e riporre ordinatamente la nostra nuova collezione Urban per altri eventi futuri. Una cena tardi con il team era tutto ciò che rimaneva tra noi e una buona nottata di sonno prima di ridirigerci verso gli orizzonti olandesi.

960x740 . 700x540 . 400x480 . 560x530

Product images

image alt text

Intro text

È finita!

About this page

Sono le 5 di lunedì mattina e ci sentiamo come in Ricomincio da capo mentre avviamo il nostro fido camion. Con 18 ore di guida che ci aspettano, abbiamo passato abbastanza tempo per riflettere sull’evento, uno che non era iniziato come ci aspettavamo ma che alla fine aveva superato le aspettative. Durante l’allestimento al chiuso, il morale ha avuto bisogno di una spinta, in quanto tutti speravamo di passare del tempo al sole con entusiasti dalla stessa passione, affacciandoci sull’oceano con moto ruggenti quale accompagnamento musicale per l’evento.

Non è successo, ma con tutti assieme, l’organizzazione, gli esibitori e i visitatori, Wheels and Waves è cresciuto. Perché c’erano più visitatori? Mentre stiamo scrivendo questo, ancora non lo sappiamo. Perché L’Halle d’Iraty era un posto migliore? Siamo sinceri quando affermiamo che avremmo preferito che l’evento fosse stato sotto un cielo soleggiato, quindi probabilmente no. È perché la comunità delle moto artigianali ha dimostrato che un po’ di pioggia non poteva rovinare l’evento.

Highlights

1920x1032 . 1680x903 . 560x560 . 480x786 . 1680x903

Quindi, dietro al grande volante del camion ancora limitati a una velocità di 90 km/h, riguardiamo con piacere alla nostra settimana a Wheels and Waves, con un gran sorriso sui nostri volti. Non vediamo l’ora che arrivi il 2019!